Gli Eventi di Anatidi.it
Caccia
Specie Cacciabili
Uccelli acquatici
Riconoscimento
Ambiente
Avvistamenti
Storia e Tradizioni
Nomi Dialettali
Studi&Ricerche
Angra Onlus
Home Anatidi.it
 



Scrivi alla Redazione


II° meeting annuale di Anatidi.it
Il II° meeting di Anatidi.it si è svolto nei giorni 1 e 2 aprile 2006 a Grosseto, nel bellissimo scenario naturale della maremma toscana. Questo incontro tra i cacciatori iscritti alla mailing list di Anatidi.it ha confermato ancora una volta che è stata la passione che tutti noi abbiamo per la caccia agli uccelli acquatici, nonchè la condivisione degli stessi valori per l’ambiente e la natura, che ci ha permesso di creare una forte e salda amicizia che certamente durerà nel tempo.

A questo secondo meeting hanno partecipato 35 persone, più del doppio del primo meeting del 2005, provenienti da otto diverse regioni italiane: Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana e Veneto.
La scelta di Grosseto, come luogo di ritrovo, è stata fatta con l’intenzione di organizzare la visita a due importanti zone umide che ricadono in questa provincia, ed iniziare a far conoscere ai cacciatori di palude di Anatidi.it le realtà e le differenze ambientali tra le principali aree di svernamento e nidificazione degli uccelli acquatici.

Laguna di Orbetello Sabato primo di aprile abbiamo visitato la Laguna di Orbetello e agli appostamenti gestiti dall’ATC GR8. Grazie ad Umberto Aldi, responsabile degli appostamenti agli acquatici dell’ATC, che ci ha accompagnato durante la visita abbiamo potuto apprezzare la gestione non solo degli appostamenti ma dell’organizzazione della caccia all’interno della laguna, naturalmente il tutto “condito” da divertenti aneddoti accaduti durante i 40 anni di frequentazione della palude.

Diaccia-Botrona Domenica 2 aprile abbiamo visitato la Riserva Naturale della Diaccia-Botrona e il museo multimediale all’interno della Casa Rossa. La visita è stata piu’ che altro una passeggiata all’interno del padule alla ricerca di anatidi e limicoli, cercando di rivivere i momenti di splendore di questo luogo quando era ancora gestito dai caccaitori.
Poi ci siamo accorti, visitando il museo multimediale, che la stessa cosa puo’ essere fatta stando comodamente seduti all’interno del museo ed azionando le telecamere sparse all’interno della riserva. Ma siamo stati tutti d’accordo su una cosa: è molto piu’ bello camminare per il padule che viverlo dietro un monitor!

Inoltre abbiamo avuto la possibilità di visitare alcuni appostamenti fissi siti nella zona, grazie alla disponibilità di alcuni partecipanti al meeting titolari di questi bei laghetti di campagna, permettendoci cosi’ di apprezzare ed apprendere nuove tecniche e metodi di caccia caratteristici dei chiari grossetani.

La descrizione dettagliata di tutta l’organizzazione la rimandiamo ai simpatici racconti e messaggi dei partecipanti, riportati di seguito, mentre chiunque fosse interessato a visitare questi posti vi riportiamo le strutture ricettive (agriturismo e ristoranti) e i contatti che abbiamo utilizzato per organizzare questa visita.
Grazie a tutti e arrivederci al prossimo meeting.
Paolo Bocchini

Fattoria Maremmana,
Strada delle Strillaie - Loc. Principina Terra - 58100 GROSSETO
www.fattoriamaremmana.com

Casale S. Stefano, agriturismo e ristorante
St.Prov.le 40 "La Trappola" n°166 - 58046 Principina a Mare (GR)
www.casalesantostefano.it

Ass. Maremma Trekking, visita alla Diaccia-Botrona
e-mail: maremma.trekking@tiscali.it

ATC GR8 - visita alla Laguna di Orbetello e all’area a particolare gestione di caccia
Tel. Uff. 0564-628455



La cena di gruppo



Un sentito ringraziamento a tutti per la piacevole compagnia . Un ringraziamento particolare a
- Paolo che ci ha permesso di ritrovarci tutti insieme ,
- a Emiliano per la scelta dei ritrovi
- a Pietro , l' esperto fuochista che ci ha sfamato
Andrea D.

Non immaginate la gioia che ho provato nel rivedere tutti gli amici della lista e nel conoscere i nuovi, tra virgolette, visto che ci siamo scritti parecchie volte ma non ci eravamo mai incontrati: persone veramente simpatiche, gioiose, spero con tutto il cuore di continuare questa bella amicizia che ci accomuna per la stessa passione, e che ci fa superare veramente tutti gli ostacoli.
Poi cosa dire, sono stato veramente bene con tutti voi ma in particolare la gioia di vedere i miei due grandi amici Giovanni ed Agnese, persone squisite, che ho conosciuto grazie a questa lista ed e nata una grande e vera amicizia.
Questa lista serve sopratutto a questo, all'amicizia tra tutti noi, alla creazione di rapporti veri e non ipocriti, tutti legati dalla stessa grande passione.
Un abbraccio affettuoso
Pietro S.

Grazie a tutti per la compagnia, per quelli nuovi conosciuti e per aver rivisto i vecchi.
Un grazie particolare a Pietro e a Giovanni con la sua consorte Agnese che mi sanno consigliare da amici come li conoscessi da una vita (anche questo serve). A Paolo per aver organizzato il tutto con la maestria che lo contraddistingue.
A Salvatore per le libagioni del Sabato, e per essermi amico.
E un ringraziamento personale a me stesso per essermi divertito!!!! con mio figlio, mi ci voleva.
Chiedo scusa se non nomino tutti ci vorrebbe un resoconto di una settimana.
Un abbraccio
Alberto M.

Un grande grazie a tutti i partecipanti al II meeting diAnatidi.it!
Sono stati 2 giorni stupendi, tutte ma proprio tutte le persone che ho conosciuto sono state veramente squisite e simpaticissime. Speriamo che questa passione che ci accomuna possa sempre più svilupparsi e che questa lista sappia tenerci uniti sempre come lo siamo stati in questo week-end.
Ricordare tutti sarebbe impossibile: un saluto particolare va di diritto a Paolo, Pietro ed Emiliano le "colonne" di questo fantastico raduno, ma un altro nome difficile da omettere è ovviamente quello di MAU.
Per il resto siete stati tutti grandissimi e spero che questa sia stata solo la prima di tante occasioni per rivederci tutti.
Saluti
Nicola N.

Stamane mi sono alzato prestino, ho spicciato alcune faccenduole, ho preso qualche ora di permesso al lavoro e vengo a raccontarvi del mio meeting.
Il mangiare e’ stato subito di quelli vegetariani sabato a mezzogiorno. Grigliate di Bambu’, arrosticini di soia, Kreccher integrali, dolci di tenere foglie d’eucalipto e abbbbbondante acqua distillata.
Pietrone si era incaricato della ciccia. Mentre Sasa ha pensato ad un intero porcello con tutto quello che ci si puo’ ricavare dopo il trapasso.
Per il pernottamento non so gli altri cosa hanno fatto, pero’ so cosa ho fatto io, anzi sentito. Perche’ avevo in camera Salvatore il finanziere di Roma conterraneo di Sasa. Si lui mi aveva avvertito che parlava la notte, ma almeno per rispetto, visto che mi ha svegliato 2 volte avrei preferito sapere cosa diavolo diceva.
Ha sempre parlato svelto, in dialetto pugliese e a voce molto alta. La prossima volta se dovesse capitarmi di nuovo, mi faccio tradurre il testo prima che si corichi. Poi sempre io, l’ho fatta meglio, volendo farmi un bagno nella vasca idromassaggio, mi sono ficcato dentro e l’ho accesa; faceva solo una mischia di rumore che non vi dico e non veniva nulla. Cosi ho optato per la doccia. Poi raccontando a qualcuno il perche’, mi e’ stato detto che prima dovevo riempire la vasca d’acqua e poi i soffioni avrebbero fatto il resto, il massaggio; ma vaffanculo ce lo scrivano su queste diavolerie come si deve fare!!!!! Giancarlo ha dispensato lezioni di alta digitalita’ fotografica (inutile dirvi che foto gli escono fuori) e Giovanni attentissimo scolaro ha sempre annuito positivamente, il tempo ci dira’!!! Per le visite locali, siamo andati ad Orbetello e alla Diaccia-Botrona e qualcuno di noi ha fato visita anche al chiaro di Emiliano, 3 camere cucina con ripostiglio, con bagno esterno. Il tempo ci ha sempre assistito benissimo, discreto calduccio, con lievi venti di levante e ponente a seconda di come ti posizionavi. Non parlo degli assenti che dovevano esserci ma non sono venuti, ma tanto le arcate delle porte di casa le dovranno prima o poi alzare un pochino.
Se qualcosa mi sono dimenticato, pensera’ qualcuno ad inserirla.
Ah e’ venuto in mattinata Loreto, alias Antonello con la sua compagna, ma visto e considerato come lo ha sempre tenuto per mano (anche quando mangiava) gli si sta facendo corto il guinzaglio.
Poi e’ venuto con una Tigra (a non pensare di fargli una foto) rosso Ferrari compresi cerchioni e ruote, poi dice che quando va nel guazzo non ci trova nulla, cazzo li avverte a chilometri!!!!!
Mau

E' stato veramente un piacere conoscervi tutti di persona, e devo dire che l'idea positiva che mi ero fatto per email è stata confermata a pieno. E' strano come qualcosa di impersonale ed alienante come internet possa far conoscere ed instaurare delle amicizie, sarà perchè è la malattia della caccia e di tutto quello che c'è attorno che ci accomuna...
Mi associo ad Andrea nel dire che l'organizzazione è stata notevole sia per l'ospitalità dei toscani (che già conoscevo) sia perchè la maremma è bellissima, io la conoscevo solo di passaggio e credo di averla scoperta nella sua parte migliore: la caccia alle anatre (la dedizione a questa caccia di Emiliano, che da quello che ho visto dura da generazioni, ne è la prova). E che dire del fuochista Pietro, una persona semplicemente squisita (per restare in tema di cibo).
E Paolo che non so come abbia fatto ad organizzare un raduno con così tante persone... io mi sarei incasinati mani e piedi.
Guido
P.S. Maurizio è esattamente come me lo aspettavo! E mi raccomando tieni la cagnetta al guinzaglio...

Ringrazio tutti per la compagnia...orgoglioso di avervi presentato un posto di caccia a qui tengo inmaniera particolare...e che da un po di tempo a questa parte mi fa perde sonno e salute...
Grazie per essere venuti
Emiliano

Buongiorno a tutti ragazzi, vi dico buongiorno perchè mi sono alzato da poco!! infatti stamane sono rimasto a letto, ho recuperato le forze ed ora sono a lavoro!!! Iniziamo con i ringraziamenti:
- mille grazie a Paolo, per aver organizzato questo raduno; per me è stato il primo ed è stata una bellissima esperienza; in particolare mi ha colpito la facilità di comunicazione con persone mai viste; ho parlato con quasi tutti e con tutti ho trovato molte cose in comune; Due persone, con le quali ho legato di più, mi hanno maggiormente colpito,......il mitico Pietro e Salvatore..........non so dirvi perchè ma ho provato per loro un senso di amicizia pura, come se li conoscessi da anni.............fantastico!!
- mille grazie ad emiliano..........."sei un mito emi"!!!!!... un ragazzo con una passione per la caccia unica, indescrivibile!!......matto impallato!!!!!
- mille grazie a tutti per la vostra presenza!
Saluti Speciali:
- ad andrea, .....un abbraccio! (no fly zone)
- all'amico di salvatore che non ricordo il nome!
- a Mau, che mi ha deliziato della sua presenza vicina durante il pranzo di domenica;
- a francesco di Sesto!
Un abbraccio a tutti!!
Juri

Volevo ringraziare tutti i convenuti al meeting di Grosseto, per aver ancora una volta dimostrato che l'Amicizia è un valore serio e sincero, e per avere ancora una volta arricchito la mia vita,con la vostra presenza e con l'inossidabile passione che ci lega tutti.
Viva Anatidi.it, e un grazie a Paolo.
Passo al Resoconto ufficiale del II° Meeting di Anatidi.it:
Quest'anno i listaioli di Anatidi.it, si sono dati appuntamento all'agriturismo "Fattoria Maremmana",vicino a Grosseto, che per l'eccezionale evento,ha aperto i battenti 70 giorni prima del previsto.
L'insostituibile Pietrone, giunto la sera,aveva approntato una cucina da campo per poter sfamare i 35 convenuti, e già alle 11,00 il fumo prodotto dal suo barbecue, era visibile dalla vicina strada statale.
Quantità indescrivibili di braciole, pancetta e costoline di maiale, sacrificato nel Salento il giorno prima, venivano saggiamente cotte ed avidamente divorate da tutti, andando a fare compagnia ad un leggero antipastino composto da 13kg di salumi vari, 5 pecorini di Pienza, sottoli, pane di Fondi e pizza.
Per dessert, mozzarella di bufala e dolci provenienti dalle varie regioni, completavano la mappazza.Con l'acqua portata da Francesco, ci hanno lavato le teglie, ed alla fine sono state incontabili le bottiglie vuote che giacevano sul prato.
Verso le 16,00 presso la laguna di Orbetello, gli allucinati listaioli, si sono cimentati in visioni di anatre di vario tipo, ma momentaneamente assenti per ferie; qualcuno ha anche tirato fuori un telescopio.
Visita alla Laguna di Orbetello Al ritorno, presso l'agriturismo, ognuno è andato a riposare, dal momento che la fatica della cena serale, bisognava affrontarla con il massimo delle forze. Dopo la cena, consumata in una stalla nella quale ognuno, tra un crostino ed un altro, cercava di raccontare la propria esperienza di vita da attento e scrupoloso cacciatore di anatre, stando ben attento a spararla sempre più grossa di tutti, Giancarlo e Stefano proiettavano per la gioia di tutti, il lavoro di un anno in palude: 56 bellissime foto naturalistiche, con musica e canto di ogni uccello rappresentato. Peccato che qualcuno,vedendo la foto del nido con uova di Albanella Minore,credendo che fosse il pranzo del giorno dopo, si sia dileguato, e non ha più fatto ritorno presso la comitiva.
La notte è trascorsa smaltendo la sbornia, in alcune camere si è cantato, ballato e perfino giocato a carte, scambiando a metà della partita, il tressette con la scopa, ma tanto era lo stesso, l'importante era stare insieme!
La mattina di domenica 2/4, dopo avere sequestrato a casa un barista che stava partendo per Malaga (l'unico aperto in zona!), ed aver fatto colazione, i listaioli, sempre accompagnati dal locale amico Emilano, hanno fatto ingresso nell'oasi della Diaccia Botrona. E' stato uno spettacolo squalificante; ognuno ed all'unisona, con i propri richiami a bocca, illuso di avere interessato l'anatra di passaggio, si compiaceva osservando e fotografando il Fondatore che discuteva con Veronica, la responsabile del parco (chissà che le ha raccontato per 1 ora!). Alle 12.00 tutti a tavola per l'ultima estenuante fatica eno-gastronomica.
Presso una trattoria locale, che dall'aspetto esterno assomigliava più ad una porcilaia, i 30 rimasti hanno espresso il massimo della loro saccenza valliva, confrontandosi amichevolmente, sui modi ed i tipi di caccia alle anatre praticate, dal Po a Pachino, dal Ticino al Salento, concordando tutti in una sola cosa: anche le anatre hanno le zampe palmate! Dopo ben 40 minuti di saluti ed abbracci scambiati nel parcheggio, nessuno voleva andare via. Tutti ancora volevano rimanere, uno vicino all'altro amici e coesi, nessuno aveva il coraggio di partire per primo! Per fortuna, il santo protettore dei vallaioli, al quale i nostri listaioli sono devotamente votati, San Mestolone da Pila, ha illuminato qualcuno che è partito per primo, così pian pianino la bellissima comitiva si è sparpagliata nuovamente per l'Italia!
Per questa volta, sono gli sponsor a ringraziare i convenuti; pertanto, arrivederci tutti al prossimo Meeting!!!
Un caro saluto a tutti
Salvatore-Bo

Due splendide giornate all'insegna dell'amicizia e allo scambio di esperienze , luoghi splendidi che fanno parte di quella natura da preservare e valorizzare.
Una accoglienza da parte di Emiliano che ha messo in risalto il grande cuore del cacciatore.
Una lista coordinata da un grande presidente che mette in risalto un trend in crescita e con obbiettivi ancora più lungimiranti.
Tutto questo fa parte di ANATIDI un caloroso saluto a tutti a quelli presenti e a quelli che non hanno potuto intervenire
Giancarlo M.

Buonasera cari amici dirvi solo che sono stati momenti felici e dir poco ho passato due giorni fantastici con persone squisite come la carne fatta da Pietro! Regnava il buon umore e tanta allegria mi sembrava di conoscere ognuno di voi da tanti anni, tanti racconti di caccia e quanto si farà in futuro. Spero di vedervi presto e di condividere con voi la grande passione che ci unisce un abbraccio a tutti un grazie di cuore per accoglienza avuta.
saluti
Gianni (mitraglietta)

Descrivere quello che è successo al raduno sarebbe ripetitivo; dico che per me quest'esperienza è stata assolutamente salutare e positiva.
Sabato mattina ancora stordito dal poco dormire e da una leggera intossicazione alimentare ero indeciso se venire o meno al raduno. ma la forza di volontà, e lo sà bene Paolo, non mi è mancata grazie anche a qualche compressa di Imodium e qualche fiala di Enterogermina!
Il tocco finale alla mia ripresa è stato dato da quello che i miei occhi non sono abituati a vedere dal vivo: parlo dei magnifici posti che ho visitato in particolare Domenica mattina e non solo; chiari che purtroppo nelle mie zone non esistono; la fortuna di conoscere persone con grandissima esperienza alle spalle che mi hanno fornito ottimi consigli.
Ringrazio innanzitutto l'organizzatore di questo raduno, persona che mi ha fatto sentire a mio agio con tutti voi in quanto non conoscevo nessuno personalmente tranne Giovanni. Ringrazio Mau per la simpatia espressa nei miei confronti facendomi morire dal ridere con le sue battute ed anche per aver ascoltato i miei sogni di caccia durante la notte........"anche lui ogni tanto chiamava il cane nel sonno"; forse per questo Paolo ci ha messo insieme in camera.
Grazie al toscano Michele per sua simpatia, Salvatore, Alessandro ed il suo amico, i ragazzi di Napoli, Giovanni.
Grazie di cuore al grande Pietro!!! Davvero grande, ha un cuore immenso!
Anche lui ha fatto in modo che mi sentissi a mio agio, raccontandomi alcuni episodi di caccia alle anatre e dandomi alcuni consigli preziosi! Grazie Paolo per aver reso possibile incontrarci, è stata un'esperienza bellissima.
Per concludere un ringraziamento, quindi, va a tutti Voi, amici di Anatidi.it, amici le cui qualità, energia e determinazione renderanno ancora più interessante questo sito-forum e , concreto, quello che Paolo avrà in mente per il futuro!
ciao a tutti!
Salvatore (LE)

Ciao a tutti
cosa dovrei dire, avete detto tutto voi, potrei dire che sono stato bene, oppure che mi ha fatto piacere "rivedere" vecchi amici e "vederne" di nuovi. Credetemi sono in imbarazzo, e non sto scherzando
Non sono uno scrittore o un letterato, al momento parole non ne ho, sarà che ormai quando ci si rivede tutti, ogni commento, ogni parola, ogni apprezzamento verso tutti voi, è ormai scontato e ripetitivo, che forse le foto di Mau e le belle parole di Salvatore ed altri, bastano da sole a riassumere l'andamento della, purtroppo per me, SOLA domenica passata insieme a voi.
Inutile dire che mi ha fatto piacere incontrare e conoscere i nuovi amici (vedi i partenopei, gli altri toscani, ecc) ma uno dei grandi onori è stato per me, mangiare, ma soprattutto, discutere e chiacchierare, con quella grandissima persona che è il mitico Giancarlo: ebbene si lasciatemelo dire, ma avere vicino uno dei grandi dell'ornitologia nazionale e forse anche europea, be' non è cosa da tutti i giorni.
Poi Mau che ha sempre "infierito" su di me e Tiziana, benevolmente s'intende, e poi Francesco di Milano che non si è ancora una volta smentito in "causa alimentare", facendosi portare candidamente, quando già eravamo ai primi un'altro vassoio di antipasti!!!!!!
E poi potrei continuare all'infinito, con altri mille e più aneddoti ma credetemi, per me tutte queste cose, rientrano ormai nella "normalità" di tutti i nostri altri meeting e/o raduni già fatti, insomma, mi sarei stupito se lo spirito della giornata di domenica fosse stato diverso, senza essere retorico, ma già fin dall'inizio sapevo già perfettamente come sarebbe andato!
E che dire di Pietrone con i suoi "gadget" vari a ricordo del meeting, e di Salvatore con i suoi straordinari salumi !!!!!!!!! Insomma, davvero come torno a ripetere non sarei più cos'altro dire se non GRAZIE A TUTTI DI ESSERCI STATI, e come ripete spesso Pietrone: INNANZITUTTO L'AMICIZIA su tutto e tutti, è lei che deve e dovrà sempre prevalere, e che vale e varrà sempre molto di più che un ricco carniere di becchi piatti. Ciao a tutti
Antonello

In realtà sono stati due giorni stupendi e ho capito di avere tanti amici con cui parlare.
Voglio ringraziare in modo particolare Paolo, anche quest'anno si è dimostrato un 'organizzatore con i FIOCCHI, ( per rimanere in tema venatorio).
Ringrazio il mitico Salvatore Livani con il suo racconto "matrimonio atroce" ci siamo fatti una barca di risate.
Insieme a lui i grandi ragazzi Roberto Mario venuti giu' nel Salento con la delegazione di Anatidi, rimanete sempre cosi' non cambiate mai.
Al caro amico Alberto Manente giu' di giri ma sempre presente dico: tempo al tempo non demordere, al massimo verremmo tutti da te a fare esperienza!!!!!
Un uomo fuori dal comune non un'amico, di piu' Pietro sempre presente nel mio cuore è a quello di tutti voi sorridente sincero con la sua amicizia ci fa stare bene.
Sono entusiasta di conoscere lui e sua Moglie Angela. Quando li rivedo mi vengono scintille di gioia.
Quest'anno è venuto anche Salvatore C. grande conoscitore dell'aviaria, finalmente non ne parlano piu'!
Non prendertela mi è venuta cosi'.
Ragazzi c'è stato un'altro personaggio a cui si deve affidare perchè bravo e limpido nel dialogare, conoscitore delle tecniche di caccia di appostamento, il suo nome è Imer di Modena non è ancora iscritto in lista ma lo fara' al piu' presto.
Grazie anche al grande Giancarlo M.i e Stefano B. che mi hanno fatto un gran regalo, tante notizie per capire al meglio come usare la fotografia digiscom.
Antonello conosciuto di fatto anche se mi sembrava di conoscerlo da sempre. Anche questo è essere nella lista di Anatidi conoscersi senza vedersi fino al prossimo raduno.
Alla mascot della lista Emiliano che dovrebbe pensare di piu' ad ingrasasare che agli uccelli visto che le ragazze gli passano vicino senza vederlo.
Juri dimezzato nell'espressione della sua situazione di padre marito, con una bellissima Figlia.
La conoscenza del mitico Andrea di nome è di fatto sempre pronto a dialogare , animo forte ma mai sottotono. Mitico Michele nuovo amico per me simpaticissimo con le sue stravaganti cacciate pronto a stramazzare tutti. Ricordola sua cartuccia buttata in aria perchè voleva metterla al di sopra di quella del nostro Pietro S. è chiaro che non ne conosceva la genuinita' dell'altra.
Guido altro Amico di cui conoscevo le rime per le sue lunghe e mail ma conoscendolo è proprio cosi' divertente è sincero.
Gianni, il nostro registratore a bocca, immaginate che nella Diaccia Botrona non c'erano tanti uccelli, il motivo l'avrete capito!
Se mi sono scordato di qualcuno non portatemi male mi rifaccio al prossimo incontro con affetto
Giovanni F.


Torna all'elenco degli eventi



  Visite alla pagina: 3929