Gli Eventi di Anatidi.it
Caccia
Specie Cacciabili
Uccelli acquatici
Riconoscimento
Ambiente
Avvistamenti
Storia e Tradizioni
Nomi Dialettali
Studi&Ricerche
Angra Onlus
Home Anatidi.it
 



Scrivi alla Redazione


VI° meeting annuale di Anatidi.it
Questa edizione del Meeting di Anatidi.it ci ha portato nella Lomellina, terra' con grandi tradizioni legate alla caccia agli uccelli acquatici, vuoi per la vicinanza al grande Po o per le grandi distese di riso che la rendono zona ideale per lo svernamento e nidificazione di moltissime specie di uccelli.

Ci siamo ritrovati il 16 aprile a Garlasco (Pavia) presso l'Hotel scelto come punto di ritrovo. Pensate un po' che hanno pure sopportato le nostre infinite discussioni sull'annata venatoria ed il convegno dell'Angra Onlus che abbiamo organizzato proprio in corrispondenza del nostro incontro annuale.

Nella giornata di sabato siamo andati a visitare alcune aree umide della zona.
Bisogna ammettere che Pavia e' sicuramente una delle province piu' avanzate in termini di gestione ambientale. Vuoi per la collocazione geografica dell'area, o per l'amministrazione pubblica e gli assessori del posto attenti alle tematiche legate all'ambiente ci si rende immediatamente conto di quanto il territorio sia ideale ad ospitare la fauna acquatica.

La prima meta della giornata e' stata il bel Parco Le Folaghe, gestito da Francesco Gatti. Un ambiente rinaturalizzato e gestito molto bene dai volontari dell'associazione che si occupa di questa area.
Il pranzo di Sabato Successivamente siamo andati a vedere accompagnati dalle rappresentanti dello Studio naturalistico Selva la bella Garzaia di Celpenchio, situata in una AFV, in cui abbiamo potuto ammirare migliaia di ardeidi gia' in nidificazione o che si apprestavano a costruire il nido.
Nel pomeriggio, dopo un bel pranzo all'interno dell'appostamento di Pietro, abbiamo potuto visitare, grazie alle guardie del parco del Po e dell'Orba, una cava situata nel territorio piemontese in cui e' stato eseguito un ripristino ambientale.

Il pezzo forte di questo meeting e' stato comunque il I° convegno dell'Agra Onlus dal titolo: Ripristino, gestione e fruizione delle zone umide, organizzato presso il teatro Martinetti di Garlasco, luogo che ci e' stato messo a disposizione dal Sindaco di Garlasco Dott. Spialtini, a cui hanno partecipato anche gli assessori della Provincia di Pavia Invernizzi e Anselmi nonchè il COnsigliere Regionare della Liguria Bruzzone.
Il materiale e gli abstract del convegno saranno disponibili al piu' presto nell'area dedicata all'associazione:
http://www.anatidi.it/angra.

A seguire i commenti di alcuni partecipanti
Paolo Bocchini



Doverosi ringraziamenti a chi ha permesso la buona riuscita del Meeting:

a Pietro Saquella, pezzo da novanta di Anatidi.it (nonchè coordinatore della provincia di Pavia dell'Angra Onlus) che e' stato piu' di due mesi a girare per l'intera Lomellina per farci passare questa tre giorni nel migliori dei modi.
Grazie Pietrone

a Enzo Spialtini, il gentile Sindaco della città di Garlasco che ha messo a disposizione per il Convegno il bel teatro Martinetti

a Mario Anselmi, Assessore Agricoltura Riserve e Parchi Naturali della Provincia di Pavia

a Ruggero Invernizzi, Assessore Tutela e Ambiente della Provincia di Pavia

a Francesco Bruzzone, Consigliere della Regione Liguria

a Francesco Gatti, responsabile dell'associazione Amici del Parco Le Folaghe

allo Studio Naturalistico Selva

a Carlo Carbonero, guardiaparco del Parco fluviale del Po e Dell’Orba

a Rotilio Saverio, della Polizia Provinciale di Pavia

a Raimondo Miracca, dell'associazione venatoria ANLC

Il gruppo in visita alla Garzaia





Qualche commento dei partecipanti al meeting apparso sulla mailing list di Anatidi.it:



Stefano De Vita

Sono tornato da poco da questo bellissimo ed importante Evento dove ho partecipato anche in qualità di relatore: che dire – semplicemente FANTASTICO.

Il tutto riuscito alla perfezione oserei dire maniacale – sia dal punto di vista logistico che dal punto di vista dei contenuti tecnici all’interno del Convegno.

Un grazie veramente di cuore a Pietro Saquella che è stato l’asse portante dell’ANGRA in quel di Pavia dove ha saputo in modo magistrale organizzare il tutto e far sentire TUTTI a proprio agio, come in una grande famiglia.

La cena del venerdi Grazie, ai rappresentati delle Istituzioni: Ambiente ed Agricoltura della Provincia di Pavia e Consigliere della Regione Liguria e il Sindaco di Garlasco che hanno colto l’invito dell’ANGRA ed hanno portato importanti contributi tecnici relativi all’oggetto del Convegno – veramente Assessori in gamba e preparati tecnicamente.

Grazie, ai Direttori dei Parchi invitati che hanno apprezzato moltissimo questo Convegno proprio sul lato tecnico e di indirizzo faunistico-ambienta le, rivolto anche verso proprio una fattiva collaborazione comune, portando bellissimi esempi di ripristini ambientali.

Grazie ai partecipanti che a vario titolo sono venuti.
Grazie infinite agli AMICI di Anatidi.it che ho avuto il piacere di rivedere e l’onore per alcuni di conoscere di direttamente, persone TUTTE genuine ed esperte con una grande passione comune: la caccia e la natura.

Ed infine ma non in ultimo Grazie a tutta la Dirigenza dell’ANGRA di cui ho l’onore di farne parte anche in qualità di Coordinatore scientifico, perché senza uomini validi al fianco come sono loro non si arriva da nessuna parte.
Amici esperti ed appassionati quali: Paolo Bocchini, Alberto Manente, Fabio Felici, Dante Pozzi, che hanno nelle loro relazioni tecniche toccato tutti i punti sull’importanza delle zone umide e che la caccia agli acquatici vuole e deve essere.
GRAZIE A TUTTI



Gianni Monacelli

Anch'io sono arrivato più o meno a quell'ora, bellissimo convegno organizzato alla perfezione dal grande Pietrone Saquella, patrocinato dal Comune di Garlasco che ci ha messo a disposizione il delizioso teatro, bellissima esposizione da parte di tutti dei progetti ANGRA e delle prospettive future, cè stato un meritato plauso a Stefano Devita da parte del direttore del parco fluviale dell'Orba parte piemontese per l'articolata relazione riguardante il ripristino delle zone marginali ed ex umide, cè stata una grossa collaborazione con il direttore del Parco Le Folaghe gestito da Legambiente, che ci ha definito "Mosche Bianche" e noi di conseguenza gli abbiamo ribadito che anchesso lo è ben conoscendo i suoi colleghi (scarpette pulite) capitolini, abbiamo visitato la garzaia di Celpenchio che ha importanza internazionale, dove erano in nidificazione 7 specie di ardeidi fra cui gli aironi rossi, che in inverno diventa parte della Afv Rosasco.

Il ripristino della cava Con un guardaparco abbiamo visitato i ripristini delle cave di ghiaia del parco dell'Orba che dopo dopo l'estrazione costringono i proprietari a sistemare l'area con la plantumazione e la creazione di isolotti per la fauna acquatica, queste cave vengono poi annesse dalla Regione. Per il resto è stato tutto molto interessante, la Lomellina con le sue risaie è una zona acquatica per eccellenza, ho visto con piacere molte pavoncelle nidificanti.



Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto
In visita al Parco Delle Folaghe


Pietro Saquella

Buongiorno a tutti,
spero che sia andato tutto bene il viaggio e che siate tutti a casa. Ce l'abbiamo fatta anche questa volta, con la speranza che vi siate divertiti e rimasti sodisfatti di tutto. Il mio unico obbiettivo era di far stare bene tutti voi, e spero di esserci riuscito, rivedervi è come sempre e un grande piacere, e divertirsi insieme ancora di più.
Mi ha fatto piacere tantissimo conoscere stefano de vita e sua moglie di persona, e un grande personaggio vive la caccia in ogni momento della sua vita è un modello da seguire, quindi grazie stefano.
Ringrazio in particolare Paolo D'Orsi di cuore che per l'amicizia verso di noi, si e fatto da solo 1.600 km (A/R) da solo da Foggia, questo dovrebbe essere da monito per tutti.
Aaldo che e partito alle 5.30 la domenica mattina per essere li con noi.
Guido che insieme a Peppe sono venuti in treno da napoli.
Ringrazio Ivan per aver fatto un salto solo per conoscerci di persona e tutti gli altri...è un elenco lungo di persone da ringraziare.

Una cosa vorrei dire al rimanente gruppo della mailing list di Anatidi.it che non sono venuti: la prossima volta fate uno sforzo se vogliamo che tutto questo continui ad esistere cercate di esserci almeno per dare un volto ad ogni nome, conoscersi di persona è una cosa diversa.
Comunque grazie grazie grazie di cuore un abbraccio a tutti



Francesco Putini

Si, vabbe’ ma ora di che parlo di una regione d'italia che non avevo mai visitato, dove la campagna è un pò troppo "asettica" ma dove si vede che si è legati alla terra e alle sue radici ma soprattutto dove i corvidi che popolano i nostri cieli sono sostituiti in gran parte da germani e colombacci, dove camminando cantano e vedi fagiani, lepri e minilepri, dove abbiamo visitato oasi interessantissime?
Una locandina del convegno nel bar del paese Di una cittadina che ci ha accolto a braccia aperte, finalmente vedendoci fruitori e amanti e non distruttori della natura?
Degli amici che non nominerò perchè ad ognuno (quelli rivisti e\o incontrati la prima volta, di culture e terre lontane dalla mia molti ma tutti insieme semplicemente fraternizzanti) dovrei dedicare uno scritto a parte? Del poco sonno e tantissimo cibo?
Di un convegno che ha lanciato un sasso pesante nello stagno, le cui ondine provocate sarà a noi non far svanire ma far diventare marosi potenti per distruggere una diga che ci separa, troppe volte, dal resto del mondo non venatorio?
Dei miei compagni di viaggio, un viaggio che pur somigliando ad un'odissea (buttate sti navigatori da telefono!) m'hanno fatto viaggiare sempre col sorriso nel cuore?
Ci vorrebbe troppo tempo ed allora stringo ancora in un abbraccio tutti quelli che ho rivisto con la promessa di non tagliare il cordone ombelicale che ormai ci unisce tutti e che presto ci porterà ancora a stare insieme nel nome della nostra amata caccia



Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto
In visita alla Garzaia di Celpenchio


Maurizio Balducci

Ben trovati a tutti, vorrei fare tre sole battute perchè ci vogliono sempre, poi facciamo i seri con qualche foto. Riguardo al sunto dei 2 giorni già è stato abbastanza esposto bene dai tre apparsi stamattina. Primo caro Pietrone, i km. del povero Paolo l'eremita solitario, sono stati veramente ben 1600 e rotti. Secondo caro Francesco, alla prossima affidati a chi ha qualche capello bianco più di te per navigare e lascia perdere la ciurma, altrimenti sempre "scotta troverai la pappa".
Terzo e non da poco, un vostro sostegno nei mie riguardi per ciò che ho dovuto passare e subire nelle due notti (ndr: il russare del compagno di stanza del povero Mau).
Io non so quanto ancora dovrò sopportare dalla vita, forse un mio avo partecipò a quella crocifissione? Può darsi, ma Santa Madonna, siamo un pò tutti parenti di Abramo o giù di li, perché allora solo a me sempre il silicio nei Meeting?



Guido Montella

Una locandina del convegno sul corso di Garlasco E' stato un raduno sui generis, nel senso che è stata la prima volta che alla parte "ludica" si è aggiunta una parte programmatica.
Il convegno di sabato ha infatti dato al tutto una veste nuova che speriamo possa svilupparsi sempre di più, logicamente con tutti gli annessi e connessi che le pubblic relation comportano.
Una cosa è che ci vediamo tra di noi, alla buona, una cosa è che si invitano personalità e si presentano progetti articolati.
Ciao e spero di rivedervi tutti al Game Fair 2010



Fabio Felici

Ciao a tutti, quest'anno l'evento del meeting ancora una volta è stato condito di forti emozioni prima fra tutte la piacevole condivisione di momenti che di raduno in raduno si presentano sempre diverse e uniche. Il piacere di conoscere qualche nuovo amico con cui avere il gusto di scambiarsi le proprie esperienze e nuove occasioni per aggiungere cose nuove ai nostri personali bagagli di conoscenza.. .rivedere gli amici che non spesso, purtroppo, si ha modo di frequentare. .
Caro Pietro VERAMENTE GRAZIE!!!!!

L'organizzazione di questo evento è stata Grande, come te del resto, in merito a questo raduno si è aggiunta una grande novità che è stata appunto il primo convegno di ANGRA che ha avuto modo di mostrare come da persone conosciutesi grazie alla stessa passione, possa crearsi un qualcosa di propositivo nell'unione di intenti per cercare di fare qualcosa di positivo per la caccia e per l'avifauna acquatica. Da relatore non mi azzardo a commentare l'evento, posso solo dire che personalmente è stata una bellissima esperienza e che ripongo speranze nella possibilità che questo possa essere un inizio per molte cose a venire sempre in difesa della caccia e dell'ambiente dove poter esercitarla.

Un enorme grazie anche agli amici di ANGRA e di ANATIDI.IT per il supporto e la coesione che difficilmente viene a crearsi in gruppi fatti di molte persone. Chiaramente il mio personale ringraziamento per l'accoglienza che abbiamo avuto nei territori della Lomellina da parte di TUTTI, ambientalisti compresi, tra i quali ritengo ci siano delle persone veramente valide e, non ultimi, i rappresentati delle varie istituzioni grazie alla presenza e la considerazione delle quali ci è stato dato modo di dire la nostra..... Alla prossima! Ancora un grazie a tutti



Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto
Il Convegno a Garlasco: Ripristino, gestione e fruizione delle zone umide


Paolo d'Orsi

Il mio Meeting di quest'anno è stato un "parto travagliato".
La voglia di partecipare era tantissima ma una serie di problemi anche abbastanza gravi e di cui non ho voluto parlare con nessuno mi hanno tenuto con il fiato sospeso fino all'ultimissimo momento prima della partenza.
Avrei potuto tranquillamente dare forfait giustificandomi con motivazioni più che comprensibili e serie che mi avrebbero scusato senz'altro. L'amicizia ormai fraterna che mi lega a tutti voi ,però, ha fatto si che ,caparbiamente ma anche un po' incoscentemente , mi sia messo al volante per "spararmi" i circa 800 km che dividono casa mia da Garlasco. Le sensazioni e le emozioni sono state quelle di sempre quando ci riuniamo , i vecchi ed i nuovi amici incontrati per la prima volta hanno , sia pure inconsapevolmente, distolto i miei pensieri dalla purtroppo triste routine quotidiana di queste mie ultime settimane e tutto è stato davvero bello.

Avevo seguito la difficile e faticosa organizzazione di Meeting e convegno dalle parole di Pietrone con il quale di tanto in tanto mi sentivo al telefono ma non potevo immaginare che quest'uomo potesse arrivare a tanto !!! E' stato tutto perfetto , curato nei minimi particolari in maniera quasi maniacale . BRAVO Pietro , te l'ho detto ieri sera al telefono e te lo ripeto ora pubblicamente : sei stato un grande !!!

Non mi dilungo sulla bellezza dei luoghi visitati (era sotto gli occhi di tutti....) ma ci tengo a dire che la cosa che più mi ha inorgoglito è stata l'immagine che abbiamo dato a coloro (ambientalisti) che gestiscono quei posti. Abbiamo fatto capire loro che non siamo barbari come tentano normalmente di propinarci all'opinione pubblica ma gente interessata alla salvaguardia dell'ambiente e dell'ecosistema forse più di loro stessi. Il Convegno ANGRA è , stato a mio avviso un successo. Le relazioni precise e chiare dei nostri delegati hanno dato al pubblico presente ed ai politici intervenuti la possibilità di capire ed apprezzare le finalità della nostra ONLUS e di tastare con mano la grande preparazione tecnica di tutti.

Concludo ringraziando ancora di cuore l'Amico Pietro per tutto e mando un caloroso abbraccio a tutti coloro che ho avuto il piacere di incontrare in questi tre giorni straordinari



Salvatore Livani

Carissimi, voglio esternare a tutti la considerazione fatta con Paolo e qualcun altro durante il rinfresco: da 13 sconosciuti scalmanati che rincorrono Fagiani (che non e' la nostra caccia) tra i calanchi del Palasaccio, ad un rinfresco di rappresentanza offerto loro dal sindaco di Garlasco tra le mura di un salone del municipio, mi sembra che di strada ne sia stata fatta tanta!.

La crescita è ormai inarrestabile, così come l'immagine che di noi abbiamo lasciato a politici istituzionali e dirigenti di Parco.
A sugellare la crescita,il sodalizio tra Anatidi.it ed ANGRA:la passione per la caccia agli acquatici ed il mantenimento degli habitat.
Stefano De Vita nel suo intervento altamente tecnico è stato chiaro e schietto:non può esistere una cosa senza curare l'altra.E la strada è lunga.Lunga e tortuosa.Ma qualcuno comincia a capirlo e ci appella come "cacciatori atipici" e l'altro ci etichetta come "...inusuali, coscenziosi e continuativi della propria passione".

Grazie a tutti i miei amici relatori ed a tutti partecipanti, soprattutto ai più lontani.
Grazie infinite alla persona che tutte le liste ci invidiano ma che solo noi abbiamo il privilegio di avere come vero Amico: Pietro Saquella.

La sua capacità di coordinare ed organizzare il tutto è stata, come al solito, encomiabile e degna di lode. E come dico ogni anno...
Arrivederci al prossimo Meeting

Clicca per ingrandire la foto Clicca per ingrandire la foto
La torta ed il gruppo dei partecipanti al pranzo della domenica





Torna all'elenco degli eventi



  Visite alla pagina: 3467