Gli Eventi di Anatidi.it
Caccia
Specie Cacciabili
Uccelli acquatici
Riconoscimento
Ambiente
Avvistamenti
Storia e Tradizioni
Nomi Dialettali
Studi&Ricerche
Angra Onlus
Home Anatidi.it
 



Scrivi alla Redazione


Anatidi.it al Game Fair 2007
In questa edizione del Game Fair il sito Anatidi.it, ma in particolare l’Associazione Nazionale Gruppo Ricerca Acquatici, è stato presente con un suo stand.
E’ stato il nostro primo anno, molta era la curiosità di vedere come i visitatori rispondessero a questo piccolo stand creato dagli appassionati di caccia agli uccelli acquatici, e grande è stata la soddisfazione del constatare che le nostre aspettative sono state ampiamente superate: oseremo dire un vero successo!

Bella la localita’ dove si e’ svolto quest’anno: Tarquinia, zona Spinicci, in provincia di Viterbo.
Proprio a ridosso del mare in un territorio immerso nella macchia mediterranea litoranea e con un ambiente retrodunale ancora intatto.

Vista dello stand di Anatidi.it Oltre ad avere uno stand pieno zeppo di stampi antichi e locandine del tempo che fu, che ci ha messo a disposizione l’amico Andrea Ceri collezionista ed ideatore del Museo Venatorio Itinerante, abbiamo anche organizzato una tesa alle anatre sulla spiaggia cosi’ come normalmente facciamo quando cacciamo sul mare.
Il vento che smuoveva sempre il mare ci ha fatto tribolare non poco, tanto che dalle 11 in poi eravamo costretti a togliere le stampe, ma comunque l’attenzione del pubblico e’ stata enorme.

Il capanno sul mare lo abbiamo fatto utilizzando le cose che abbiamo trovato nei dintorni, dai ciuffi d’erba alle canne sparse per la spiaggia.
Motivo d’orgoglio e’ stato quando la mattina del venerdì, uno degli organizzatori ci ha chiamato dicendo: “ma non dovevate fare il capanno, io gli stampi li vedo ma il capanno?”.
Bene era a 20 metri e non si era accorto che quello strano cespuglio era il capanno interrato.
Si, non era un cacciatore che pratica il nostro tipo di caccia ma comunque e’ stato un buon segno.

Il capanno sulla spiaggia    Il capanno sulla spiaggia

Abbiamo stimato che le persone che si sono fermate a scambiare quattro chiacchiere su questo tipo di caccia con i nostri amici di Anatidi.it che presidiavano il capanno sono state circa 2.500.
Molte di piu’ quelle che passando gettavano un occhio e rimanevano a guardare quello che questi “strani” personaggi stavano combinando.
Ci ha fatto molto piacere che tanti giovani e, soprattutto, bambini fossero attratti da questa forma di caccia. Molti chiedevano ai genitori di poter entrare nel capanno: noi chiaramente abbiamo accontentato tutti.
Ed e’ stato divertente vedere come erano soddifatti nello stare nascosti nel capanno, tutti mimetizzati a farsi scattare una bella foto ricordo.

Anche lo stand e’ stato ampiamente visitato.
Mi e’ andata via la voce a forza di parlare, soprattutto della creazione dell’ANGRA, nata dall’evolversi del Gruppo Ricerca Anatidi.it.
Un progetto ambizioso creato da un gruppo di appassionati che hanno voglia di provare a ricreare l’ambiente adatto alla tradizionale caccia agli uccelli acquatici, salvaguardare il patrimonio ambientale e non solo: perche’ tante sono le attività che vorremo portare avanti e presenti nelle finalita’ e negli obiettivi dell’associazione.
Vedi la presentazione dell’ANGRA

Fantastici anche gli spettacoli organizzati da Stefano De Vita con i suoi cani, che hanno attirato tantissimo pubblico. I recuperi in acqua con gli sprinter sono stati notevoli.

Per quanto riguarda il resto, erano presenti i marchi e le aziende più importanti del mondo venatorio e tanti spettacoli legati anche alla cinofilia, all’addestramento, alla pesca e all’equitazione, attività che hanno richiamato l’attenzione di tanti spettatori che, in questa edizione, sono stati oltre 40.000.

Stampo anni '40 E’ stata una bella esperienza, stancante, ma molto soddisfacente.
Abbiamo dato senza ombra di dubbio un bel contributo alla diffusione della cultura venatoria e della caccia agli uccelli acquatici: questo e’ ciò che più ci gratifica.
Speriamo di poter il prossimo anno bissare la partecipazione: abbiamo già in mente tante altre novità da presentare agli amici cacciatori.

Un saluto a tutti
Paolo Bocchini


Riportiamo alcuni commenti ricevuti dagli amici che abbiamo incontrato al Game Fair, chiunque volesse mandarci due righe invii il messaggio alla Redazione Anatidi.it:
redazione@anatidi.it



Ciao Paolo,
Complimenti per il vostro stand, alla fine della giornata parlando con le 25 persone portate con me sono arrivati molti commenti positivi sulla fiera, sul Vs. stand e sul capanno a mare (che tanto ha colpito a tutti), ma uno in particolare mi è piaciuto perchè è la fotografia di quanto ho visto: "c'era più storia della caccia nello stand di Anatidi che in tutti quelli delle associazioni venatorie messi insieme". Non male.
Ciao e a Presto
Johnny Previte



Quanto detto da quei cacciatori corrisponde alla verità, lo stand trasudava l'amarcord di questa caccia, in nessun altro stand si respirava quell'aria di caccia vera, mi dispiace dirlo, ma è così.
La tesa a mare ha avuto l'effetto desiderato, durante la mia permanenza di un'ora insieme a Tinello, Mau, Manente, Livio e Masorin, piu di un'anatraro si è fermato a chiedere della tesa a mare.
Un gruppetto di anatrari marchigiani si è fermato molto a chiedere e a fare raffronti sulla stessa caccia fatta in Adriatico con tecniche diverse, molti hanno fatto foto, specialmente giovani, che non hanno mai fatto questa caccia in primavera.

Anche la zona che ospitava il game fair è un vero posto di caccia, lo posso dire avendo visionato tutte le zone dei vari Game Fair in questi 17 anni; infatti con gli amici si è parlato molto dell’ambiente, delle entrate dal mare, dei passi di tordi di colombacci, di come si possa fare e dove una tesa a mare da quelle parti per la prossima stagione, quella è una vera zona di migratoria come potevano essercene dalle nostre parti ( Maccarese, Fiumicino, Salzare di Ardea, ecc.) prima dello scempio di cemento selvaggio e dei parchi.
Per il resto si può fare giusto un'appunto sulla mancanza di alcuni stand, sui divertimenti vari o la cucina, ma non è questo che interessa ai più.
Ciao
Gianni Monacelli



Un saluto a tutti gli amici di anatidi.it.
Sono stato al game fair e ho avuto il piacere di avere una bella conversazione con Paolo che saluto particolarmente, è quasi un anno che sono iscritto ma non ho mai scritto nella lista, ora dopo questa conversazione comincerò sicuramente a scrivere.
Complimenti per l'organizzazione al game fair, è un piacere incontrarsi tutti insieme per la nostra passione così profonda che è la caccia.
Un saluto di nuovo a tutti quanti
Mirko Bianchi



Ciao a tutti, personalmente sono stato molto felice di assaporare il gusto di una partecipazione diciamo così "da dentro" al GF ed ho apprezzato molto i materiali vari che il nostro stand conteneva, testimoniando in piccola misura la storia della caccia agli acquatici e dando risalto alla passione che la storia stessa della nostra caccia ha la capacità di fare emergere insieme, purtroppo, ad una nota d'amarezza per le condizioni in cui ci troviamo dopo anni di persecuzione protezionista.

I curiosi che si avvicinavano alla tesa a mare erano per lo più cacciatori d'altre prede e le domande quando si vinceva il timore di farle, erano spesso accompagnate da note di stupore, del tipo: ma tutte le volte che uscite a fare la tesa a mare fate il capanno così? oppure: Ma il capanno era già costruito prima?

Dandoci modo di capire che molti non si rendono conto di tutto quanto c'è a monte del semplice caricare l'arma e attendere l'avvistamento di uccelli.

Di questa edizione da amici e conoscenti che sono andati tra sabato e domenica non sono usciti commenti del tutto positivi, si lamentava l'assenza di espositori rispetto lo scorso anno e che tutto sommato comincia ad essere sempre la stessa minestra.
Personalmente parlando come ho detto all'amico Alfonso un insufflata nei polmoni di aria "venandi" a metà dell'attesa per la nuova stagione può solo che essere positiva così come positiva è stata la possibilità di aggiungere conoscenze di persona di altri listaioli che il game fair ha contribuito a farmi incontrare.
Un abbraccio a tutti
Fabio Felici


Torna all'elenco degli eventi



  Visite alla pagina: 4570